Le Donne e l'arte, ispiratrici, protagoniste e artefici
MOSTRA:    LA DONNA E L’ARTE

Il progetto la Donna nella Storia, nella Cristianità, nell’Arte iniziato nel settembre 2014 che ha visto protagonista la Donna, figura insostituibile  oggi chiamata a funzioni enormemente più larghe rispetto a ieri quando entrava in punta di piedi e con sforzo nella vita civile, nella politica spinta dalla necessità di muovere forze morali e spirituali, come fu per Isabella Chiaromonte, nata forse a Copertino dal principe Tristano Chiaromonte e regina sul trono di Napoli, la figura femminile risalta ancora di più grazie alla proposta operativa che la vede impegnata in famiglia, nel lavoro, in politica, nei conflitti armati. Luoghi dove le donne sono vittime della discriminazione, della paura  della violenza e dell’intolleranza, ma anche figure femminili impegnate in positive evoluzioni storiche nel mondo globalizzato. Quindi il progetto, con il suo obiettivo  principale ha offerto nuove sinergie  per valorizzare la Donna  attraverso l’arte, la storia, la politica e la cultura e, attraverso la mostra di opere pittoriche, gli artisti uomini e donne, infallibilmente hanno saputo rappresentarla nel ruolo di   ispiratrice,  protagonista e artefice. Un viaggio straordinario che ha del meraviglioso. In molte opere si avverte il coraggio, il dramma, il fantastico, la poesia,   la sacralità. Altalene cromatiche e tecniche pittoriche deliziano il fruitore che attraversando la storica galleria del Castello Angioino di Copertino  entra in un’altra dimensione che  non lascia muti, ma avvolge accarezza, incanta, testimonia,stordisce. E’ bene lasciarsi trasportare, senza fretta.



Il 18 aprile dopo i saluti della presidente dell’Archeoclub d’Italia sede di Copertino “Isabella Chiaromonte” prof. Maria Greco, del sindaco di Copertino prof. Sandrina Schito è seguita  una  conversazioni sui beni culturali alla presenza dei professori: Paolo Agostino Vetrugno, Giovanni Giangreco, Massimiliano Cesari, Oda Teresa Calvaruso. Successivamente ha preso la parola il dott. Alex De Mase primario del reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale “S.Giuseppe da Copertino” e dopo il suo interessante  intervento è avvenuta l’adozione culturale di Camilla Carlà,la socia , archeoclub più piccola d’Italia.


Al termine si è inaugurata la mostra composta da 91 opere  presentate dagli artisti:
 GIUSEPPE ALFONSO, GIOVANNA  BALILLA, ADA BONO, ANA BUDA, ANGELA BARRATTA, PAOLA CAZZA, GRAZIA  CITO,  ANTONIO CARAMIA, ROSANNA CARRINO, ADRIANA ,CIPRESSA , ENZO CONGEDO, SAVINO  D’ANDREA, GIOVANNA D’ERRICO , GIORGIO DI  GIFICO , ANNAMARIA DI MAGGIO, ROSARIA FEDELE , SILVANA  FILOGRANO ROBERTA FRACELLA, IVANA GALLI, PINA GORGONI , MARIA G.GRECO, ANNA INGROSSO, MADIA INGROSSO , RITA INCALZA, LEONARDO LEONE , ADDOLORATA LO NOCE, ROSA MARZOLLINI , MARIA  MAZZOTTA , VITOANTONIO MALVASO, GIUSEPPE MELLE , GIUSEPPE  MARINOSCI , GIUSY MARINOSCI, GIOVANNA MAFFEI , COSIMO PIRO, DARIO PINTO , VALERIA RIZZO, TONIA ROMANO,ANNA STENDARDO, FRANCESCO SALONNE, SALVATORE  STRAFELLA , PIETRO STRANIERI., RITA TROVATO, M. FILOMENA TETESI, MADDALENA TRINCHERA, GABRIELLA TORSELLO, RENATA  MESSINA.

La mostra come da disposizioni amministrative e non organizzative rimane aperta solo di mattina. Esclusi i giorni festivi.
Il 02 maggio dopo una conversazione culturale avverrà la premiazione alla presenza di autorità civili e religiose , a critici e storici dell’arte e degli alunni del liceo artistico di Galatina e di quelli delle scuole di Copertino.
In via eccezionale il castello è aperto in open day il giorno 25 aprile ore 20,00-23,00; il giorno 01 maggio (festivo)solo di mattina dalle ore 8,30-13,00; il 02 maggio il Castello  invece potrà essere visitato in open day anche in serata. Gli ingressi sono gratuiti.

Per info339/8986665
oppure i siti della soprintendenza di Lecce  
o www.archeoclubcopertino.com
 


LA DONNA E L’ARTE IN MOSTRA NEL CASTELLO DI COPERTINO   »